Come aumentare follower su Instagram nel 2021

0

Come aumentare follower su Instagram nel 2021? È ancora possibile?

Sicuramente le cose sono cambiate rispetto ad anni fa a causa anche dell’algoritmo che viene costantemente aggiornato e cambia spesso le carte in tavola.

Ma sì, è ancora possibile aumentare il numero di follower su Instagram. Se vuoi migliorare la tua presenza su Instagram e vuoi raggiungere un maggior numero di persone, sei nel posto giusto.

In questo articolo vedremo infatti come aumentare follower su Instagram nel 2021 analizzando tutti i punti necessari per la crescita.

Come aumentare follower su Instagram: quali strategie utilizzare?

Ottimizza il tuo account Instagram

Prima di iniziare a parlare di come aumentare follower su Instagram, bisogna eseguire uno dei passaggi più importanti: ottimizzare l’account.

Come puoi pensare di ottenere nuovi follower se il tuo account non è “attraente”?

Le prime cose che un utente nota su un profilo sono: l’immagine e la biografia.

Devi utilizzare poi un nome utente e nome profilo chiari e facili da digitare così da rendere la ricerca del tuo profilo da parte dei tuoi (potenziali) follower più semplice. All’interno del nome profilo ti consiglio anche di inserire una parola chiave.

Infine, ma non meno importante, una call to action alla fine della biografia. Invita l’utente a compiere un’azione: potrebbe essere l’invito a scaricare un ebook, visitare il tuo blog o iscriversi alla newsletter.

Ricapitolando:

  • Nome utente e nome profilo chiari, facili da digitare e ricordare. Inserire anche una parola chiave all’interno del nome profilo
  • Immagine originale che si identifichi subito al tuo account (nel caso di un profilo aziendale meglio un logo)
  • Biografia che spiega in breve chi sei, cosa fai e il tuo obiettivo
  • Call To Action che invita l’utente a compiere un’azione

Ho scritto una guida super approfondita su come scrivere una biografia su Instagram che ti consiglio di leggere. Al suo interno ti spiego anche dettagliatamente perchè è importante inserire una parola chiave all’interno del nome.

Crea un calendario editoriale

Creare un calendario editoriale ti aiuterà a tenere organizzato il tuo lavoro e la tua programmazione di contenuti.

Ma il fine non è soltanto questo, ovviamente.

Organizzare i tuoi contenuti ti aiuterà anche a tenere costante la tua frequenza di pubblicazione.

Essere costanti è fondamentale sui social, specialmente su Instagram.

Mi è capitato qualche volta di non riuscire a creare contenuti per qualche giorno saltando dunque la pubblicazione. Iniziai a ricevere messaggi da alcune persone che mi chiedevano se fosse successo qualcosa e come mai non erano stati pubblicati contenuti.

Le persone notano questi dettagli (non tutte, ma quelle più affezionate a te, al tuo progetto, al tuo brand).

Quando accadono queste cose vuol dire che stai facendo un buon lavoro, che alle persone interessa ciò che hai da dire e che stai costruendo una buona community.

Programma i tuoi contenuti

Una volta creato il tuo bel calendario editoriale e sai quale contenuto deve essere pubblicato e quando, puoi programmare i tuoi post su Instagram.

Programmare i tuoi post su Instagram per l’intera settimana (per esempio), ti consentirà di dedicare quel tempo alla crescita del profilo oppure a rispondere ai commenti e messaggi ricevuti.

Se te lo stai chiedendo, puoi programmare anche le storie.

L’importante è pubblicare all’orario giusto: quello in cui i tuoi follower interagiscono di più solitamente.

Pubblica contenuti che vogliono i tuoi follower

Soprattutto se il tuo account è piccolo oppure all’inizio, effettua dei test.

Per un mese o qualche settimana prova una grafica diversa, pubblica un format differente dal solito o tratta un argomento di cui avresti sempre voluto parlare ma per qualche motivo non lo hai mai fatto (sempre inerente al tuo profilo però).

Dopodiché analizza i dati dei tuoi post e in base al numero di like, commenti, condivisioni e salvataggi scegli il tipo di post da condividere d’ora in avanti sul tuo profilo Instagram.

Sembra più facile a dirsi che a farsi ma questo è un tassello importante se si vogliono raggiungere potenziali follower e tenere la propria community sempre unita.

Fai storytelling

Se ci pensi sin da bambini chiedevamo ai nostri genitori o parenti di raccontarci o di leggerci una storia.

Non è cambiato nulla.

Ancora oggi alle persone piace leggere storie, ed i social sono il modo moderno di raccontarle e leggerle.

Quando pubblichi una foto su Instagram racconta un aneddoto dietro quello scatto: una difficoltà affrontata, un commento tecnico oppure un episodio divertente.

Cerca di catturare l’attenzione dell’utente raccontando la tua storia: d’altronde ti sarà pur capitato qualcosa da raccontare.

Le persone vogliono sapere, vogliono farsi i fatti tuoi. 🙂

Rispondi a messaggi e commenti

I tuoi follower sono importanti, dimostra quindi sia a loro che potenziali follower che ti importa rispondendo a commenti e messaggi.

Quando fai storytelling cerca anche di coinvolgere gli utenti inserendo una domanda alla fine della didascalia.

Ti assicuro che se risponderai a quante più domande o commenti possibili, gli utenti che avranno ricevuto risposta saranno più propensi a tornare sul tuo profilo e commentare i tuoi nuovi post.

Tra questi potrebbero esserci anche utenti che non ti seguono, e dopo la tua risposta decidere di seguirti.

Sul lungo termine questa è una strategia che premia sicuramente.

Usa hashtag che funzionano

Basta utilizzare hashtag come #love, #picoftheday o simili. Se vuoi aumentare follower su Instagram non sono questo tipo di hashtag che ti aiuteranno.

Quello che ti consiglio di fare è suddividere gli hashtag in 3 categorie: piccoli, medi e grandi. Solitamente sono 10 piccoli, 10 medi e 10 grandi. Ma se pensi che 30 hashtag siano troppo potresti utilizzarne anche 7 oppure 5 per ogni categoria.

Non mi dilungherò troppo su questo argomento in quanto ho scritto una guida apposita su come trovare hashtag per il proprio profilo Instagram.

Ma voglio aggiungere una cosa.

Sopra ho scritto “Usa hashtag che funzionano”. Ma come fare a sapere se funzionano davvero e quante impression arrivano da questi?

Te lo spiego subito.

Per utilizzare questo metodo devi avere un profilo aziendale o creator.

Se avevi un profilo personale e sei passato ad uno aziendale o creator, pubblica un nuovo post con gli hashtag che usi solitamente e aspetta il giorno dopo. I post pubblicati in precedenza purtroppo non ti mostrano i dettagli, quindi non sai se effettivamente un post ti ha portato impression dagli hashtag oppure no.

Dopodiché sponsorizza quel post o uno qualsiasi in caso hai già il profilo aziendale o creator.

Inserisci parametri per l’ad (puoi inserire qualsiasi cosa, tanto questo passaggio non è fondamentale in quanto non dovrai fare davvero pubblicità).

Appena avrai confermato tutto verrai riportato sul tuo post. Fai attenzione a NON uscire (altrimenti non funziona) e clicca su ‘Visualizza dati statistici’.

Questi dati ti mostrano quali sono gli hashtag che ti portano più like e che funzionano di più. In questo modo puoi costruire la tua strategia di hashtag eliminando quelli che non funzionano e aggiungendone altri.

Inoltre questi dati ti vengono mostrati soltanto la prima volta, quindi magari fai uno screenshot se vuoi ricordarli.

Se ti stai chiedendo se dovrai pagare, la risposta è NO! Una volta visto quello che ti serve cancella la sponsorizzazione prima che venga approvata.

Crea una serie IGTV

IGTV è stato un flop e nessuno dice il contrario. 🙂

Tuttavia ci sono delle novità in ballo che Instagram ha annunciato: tra queste la possibilità di creare una serie di video (dello stesso argomento) e la monetizzazione dei video IGTV.

Per quanto riguarda la monetizzazione, non è ancora attiva per tutti in quanto è ancora in fase di test: ma dovrebbe arrivare presto.

Se magari già crei contenuti video per Youtube, per esempio, potresti adattare questi contenuti e pubblicarli su IGTV. Con l’arrivo della monetizzazione potresti anche guadagnare con questi video.

Puoi dividere poi questi video in serie (un pò come le playlist di YouTube).

Attualmente non c’è la possibilità di sponsorizzare video IGTV a pagamento, ma ci sono altri metodi per poterlo fare. Tra questi potresti annunciare l’uscita dei video IGTV con lo sticker del Countdown nelle storie.

Se hai bisogno di sapere delle app o tool per adattare i tuoi video o tagliare i tuoi video per IGTV, in questa guida ti consiglio i migliori tool che non devono mancare sul tuo smartphone.

Finire nei “Suggeriti”

Questo è probabilmente il metodo più efficace, ma anche il più difficile, per aumentare follower su Instagram: ma si sa che le cose semplici non portano a risultati soddisfacenti.

Questa sezione si trova subito sotto la biografia di un profilo Instagram facendo clic (o tap) sulla freccia verso il basso di un profilo.

Instagram sceglie quali profili mostrare nei “Suggeriti per te” in base ai tuoi interessi, a chi segui e al target dell’account in questione.

Se un utente va sul profilo di un tuo competitor e clicca la freccetta verso il basso per far apparire la sezione “Suggeriti per te”, è probabile che Instagram suggerisca anche il tuo profilo perchè all’utente potrebbe interessare in quanto l’argomento e il target è simile.

Ma non è semplice finire nei “Suggeriti”. E soprattutto non è qualcosa che fai in uno schiocco di dita. Ci vuole tempo, ma quando i risultati arriveranno saranno straordinari in quanto la visibilità che offre questo metodo è pazzesca.

Come fare quindi per finire nei Suggeriti?

Categorizzando il tuo profilo.

Categocosa?

Ora te lo spiego.

La sezione Esplora è diversa per ogni profilo. A me saranno mostrati contenuti diversi da quelli che vengono mostrati a te.

Se su Esplora ti vengono mostrati contenuti simili a quelli che pubblichi sul tuo profilo o simili, questo vuol dire che il tuo profilo è ben categorizzato.

Un altro modo per vedere se il tuo profilo è categorizzato è provare a vedere quali account suggerisce Instagram facendo tap sulla freccetta del tuo profilo. Per farlo però dovrai utilizzare un profilo diverso. Se sono in target vuol dire che stai facendo un buon lavoro, diversamente devi ottimizzare ancora bene tutto.

Se sul tuo profilo tratti di Marketing (per esempio) e nella sezione Esplora ti vengono mostrati contenuti legati allo sport o al food, vuol dire che il tuo profilo non è categorizzato e Instagram si è fatto un’idea sbagliata di te.

Come far capire ad Instagram quali contenuti mostrarti su Esplora, quindi?

Interagendo con account simili al tuo: possono essere di competitor, colleghi o di argomento simile. Interagisci con questi profili mettendo like, commentando e salvando i post. Instagram capirà che sei interessato a quel tipo di argomento e ti mostrerà contenuti simili su Esplora.

In questo modo capirà anche qual è il tuo target di persone ideale e consiglierà il tuo profilo alle persone giuste.

Un altro fattore molto importante per entrare nei Suggeriti è cercare di diventare un punto di riferimento per la tua nicchia.

Più engagement ottieni sui tuoi post e più Instagram capirà che il tuo profilo è interessante. Se il tuo profilo è interessante lo suggerirà ad altre persone in target.

Finire in Esplora

Avere un proprio post in Esplora significa entrare in contatto con nuovi utenti che possono trasformarsi in follower.

Ma come è possibile finire in Esplora?

Uno dei fattori importanti per far entrare i propri post in Esplora è proprio categorizzare il profilo.

Ma non è l’unico.

Gli hashtag possono aiutare in questo caso. Anche l’engagement è fondamentale per far arrivare i propri post in Esplora. Solitamente maggiore è il tasso di engagement ricevuto nell’arco dei primi minuti dalla pubblicazione del tuo post, più la probabilità di finire in Esplora aumenta.

Anche la geolocalizzazione potrebbe essere d’aiuto, nel suo piccolo.

Ma, ovviamente, tutto dipende dai tuoi contenuti.

Reels

Infine troviamo l’ultima novità di Instagram: i Reels. I balletti di TikTok sono arrivati anche su Instagram.

Così come ha fatto in passato con le storie, abbattendo la competizione di Snapchat, questa volta è toccato a TikTok.

Reels è stato lanciato proprio per abbattere la competizione del social cinese e la sua funzione è molto simile. Inoltre, essendo l’ultima novità, i Reels hanno una visibilità maggiore rispetto ai classici post di Instagram, quasi come quella che TikTok offre ai suoi utenti. Quasi. 🙂

I Reels sono stati creati per finire in Esplora e possono portare un gran numero di follower, se fatti bene.

Ovviamente, come è logico che sia, più il tuo Reel è interessante e riceverà engagement più Instagram lo spingerà nella sezione Esplora mostrandolo a più utenti.

Conclusioni

Bene, abbiamo visto come aumentare follower su Instagram nel 2021 anche grazie alle ultime novità di questo social. Ti consiglio di salvare questo articolo nei segnalibri del tuo browser e di tornare a leggerlo ogni tanto, in quanto continuerò ad aggiornarlo con nuovi metodi che testerò.

Tu conosci altri metodi per crescere su Instagram? Fammelo sapere nei commenti.

[Voti: 0   Media: 0/5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui