Come guadagnare con Instagram nel 2021

0

Ci sono molti modi per poter guadagnare con Instagram e di questo argomento se ne parla spesso, ma capita che molti non sono trasparenti e girano sempre intorno alla questione promettendo guadagni stratosferici usando un nuovo software che hanno scoperto oppure pubblicizzando chissà cosa.

Sono un curioso e tendo sempre a testare nuove cose e strumenti, tra cui il guadagnare su Instagram.

Su questo argomento la cosa che odio di più sono le persone che cercano di prendere per il cubo altre persone soltanto per mettersi in saccoccia una percentuale di guadagno (spesso anche insignificante).

Come guadagnare con Instagram: come iniziare

Il come guadagnare su Instagram, ma sopratutto su Internet in generale, è sempre un tema delicato e se ne dicono di tutti i colori. Per questo motivo in questo articolo voglio essere il più chiaro possibile ed evitare metodi inutili che non portano a niente, se non perdita di tempo.

In questo articolo vedremo alcuni metodi per iniziare a guadagnare con Instagram.

Consulenze

Il primo metodo per guadagnare su Instagram sono le consulenze.

Iniziare a vendere consulenze su Instagram non è particolarmente complesso ma, almeno inizialmente, richiede parecchio impegno.

Per suscitare l’interesse dei primi clienti, infatti, è necessario impiegare del tempo nella creazione di contenuti di valore che possono suscitare interesse e la fiducia di chi visita il tuo profilo, i tuoi follower e potenziali clienti.

Il primo passo da fare, quindi, è scegliere la tua nicchia di competenza.

Farlo non è difficile: scegli un argomento in cui sei talmente preparato e bravo a tal punto da poter dare consigli su come risolvere un determinato problema ad altre persone, quindi una vera e propria consulenza.

Ricorda di ottimizzare il tuo profilo e di scrivere una biografia efficace così da far capire subito alle persone che visitano il tuo profilo e i tuoi follower la tua area di competenza e di cosa ti occupi.

Per tornare di nuovo sull’argomento contenuti, che sono la chiave per ottenere consulenze, devi trovare il giusto mix tra contenuti generici e contenuti più specifici.

Spesso, infatti, si tende a credere che condividere informazioni troppo specifiche o dettagliate possa essere uno svantaggio: ma se parti con questa mentalità, allora le consulenze non fanno al caso tuo.

In caso di un preventivo su una strategia per Instagram, per esempio, potresti offrirne uno gratuito con un’analisi generale del profilo e uno a pagamento dove esponi tutte le tue idee su come andresti a migliorarlo con tutti i dettagli.

In questo modo non andrai a sprecare del tempo inutilmente dando delle idee per poi sentirti dire “lo fa mio cuggino”.

Ti assicuro che più informazioni di valore condividerai con i tuoi follower e più loro si fideranno di te.

Collaborazione con brand

Un altro metodo per guadagnare su Instagram sono le collaborazioni con i brand. Per poter collaborare con i brand il requisito primario è quello di avere una community attiva e che si fidi di te e dei tuoi consigli.

Il numero di follower non è importante, ci sono persone con 10.000 o 20.000 follower che collaborano con aziende: ovviamente dipende anche dalla tua nicchia.

Quindi evita di comprare follower, evita bot ed evita tutto quello che può andare a rovinare il tuo profilo: in questo modo nessuna azienda vorrà collaborare con te e rischieresti, oltre a fare una brutta figura, anche a farti una cattiva reputazione.

A differenza di un profilo ottimizzato per vendere consulenze, i tuoi contenuti non dovranno essere esclusivamente specifici e puoi anche variare un po’: ma dovranno essere comunque interessanti.

Le aziende sono e saranno sempre interessate ad una sola cosa: l’engagement.

Senza un buon engagement, non otterrai delle collaborazioni. Voglio sottolineare il “buon”, perché non vale né acquistare like né partecipare ai round su Telegram: quelle interazioni sono false e anche se riuscirai a collaborare con qualche azienda in questo modo, fidati che alla fine non ci farai una bella figura.

Le interazioni devono essere reali e di valore.

Un’altra cosa che voglio consigliarti è di non aspettare che sia l’azienda a contattare te, ma prova tu stesso a proporti a brand con cui ti piacerebbe collaborare.

Proponiti scrivendo chi sei e cosa fai, spiega perché vorresti collaborare con loro e quali possono essere i vantaggi (loro).

Ancora meglio se alleghi al messaggio un media kit. Se non sai di cosa si tratta, un media kit è un documento in PDF dove racconti chi sei, cosa fai, le tue eventuali collaborazioni fatte in passato e i social a cui sei iscritto con il numero di follower.

Per farti un altro esempio, Marcello Ascani, YouTuber con quasi 500.000 iscritti su YouTube e circa 100.000 follower su Instagram, durante un suo viaggio a Los Angeles ha contattato alcuni ristoranti per una collaborazione.

In questo caso Marcello non ha chiesto soldi, ma solo di poter mangiare gratis: in cambio lui avrebbe inserito il tutto in un video su YouTube e qualche post su Instagram.

Ora penserai “Grazie al cavolo Francè, con tutti quegli iscritti e quei follower sarei capace pure io!”.

Ma come ti stavo dicendo, nonostante lui ha tutti quei follower e iscritti, non ha aspettato di essere contattato: è stato lui a farlo ed ha chiuso delle buone collaborazioni.

Comunque, ti consiglio di guadare il video in questione in quanto credo può esserti molto utile.

https://www.youtube.com/watch?v=cUr3SVhbyIQ

Affiliazioni

Un altro modo per guadagnare con Instagram sono le affiliazioni.

Ma cosa sono le affiliazioni?

Guadagnare su Instagram con le affiliazioni vuol dire promuovere un prodotto o servizio che non appartiene a te e che una volta generata una vendita tu avrai una percentuale.

Questo avviene spesso con il programma di affiliazione di Amazon, uno dei più conosciuti, ma non solo: ci sono infatti numerosi network di affiliazioni come Wordfilia.

Se hai una grande community oppure sai creare ads su Instagram (ma anche su Facebook o Google) e sei un buon copywriter, guadagnare con le affiliazioni è un’attività abbastanza semplice.

Devi avere un po’ di budget per poter generare traffico per ottenere le prime vendite, dopodichè puoi reinvestire parte dei profitti nelle ads per aumentare i guadagni.

Scegli bene la nicchia e il target di persone, altrimenti sprecherai solo budget ed otterrai scarsi risultati.

Se hai un sito web puoi anche iscriverti al programma di affiliazione di Amazon e promuovere prodotti delle tua nicchia ed aumentare i guadagni senza spendere soldi in ads.

Io, per esempio, su alcuni siti di musica che gestisco promuovo alcuni prodotti della mia nicchia e aumento così i guadagni senza spendere 1€ in ads.

Conclusioni

Bene, abbiamo visto alcuni modi per guadagnare con Instagram. Spero di averti dato degli spunti utili e che comincerai presto a guadagnare con Instagram.

Conosci altri metodi per guadagnare su Instagram? Fammelo sapere nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui