Alternative a Canva, ecco le migliori

0

Canva è uno dei tool più conosciuti per la creazione di contenuti visivi come immagini e (da poco) anche video.

Se per qualsiasi motivo Canva non fa per te, non preoccuparti perchè ci sono diversi tool molto validi.

In questo articolo vediamo le migliori alternative a Canva.

Migliori alternative a Canva: quale scegliere?

Crello

Crello è molto simile a Canva, ma quello che lo distingue anche da altri tool è la funzione che permette di creare animazioni.

Crello offre tutto ciò che offre Canva ed anche l’interfaccia è davvero molto simile.

La funzione per creare animazioni include i formati per video verticali e quadrati, Facebook e Instagram Stories, copertina di Facebook e molti altri che aiuteranno a creare una grafica originale.

In Crello è disponibile anche una libreria con oltre 1 milione di immagini e video stock (gratuiti) da utilizzare per i tuoi contenuti.

Crello offre anche oltre 30.000 template diversi per creare i propri contenuti e 250 font.

Questo tool ha anche un piano gratuito, ma ti segnalo che è attualmente in offerta la licenza completa al costo di una cena fuori.

A differenza di Canva, infatti, che ha un piano ad abbonamento, Crello offre la possibilità di acquistare la licenza così che non dovrai pagare più nulla: sarà tuo per sempre e includerà tutte le funzioni aggiuntive disponibili con aggiornamenti futuri.

Insomma ne vale davvero la pena.

RelayThat

RelayThat è molto valido non solo per creare contenuti per i social media, ma anche per landing page, siti web e ads.

La cosa che mi piace davvero molto di RelayThat è che ti suggerisce le dimensioni e formati per le diverse piattaforme in base al contenuto che devi creare.

L’interfaccia è molto simile a quella di Canva e Crello, il quale la rende molto semplice da utilizzare.

Anche in questo caso sono presenti oltre 3 milioni di foto stock (gratuite) da utilizzare per i propri contenuti.

Inoltre i template che RelayThat rende disponibili sono testati per ottenere il maggior numero di engagement sui social e conversioni.

Grazie proprio a quest’ultimi e al suo drag and drop ottimizzato, è possibile creare contenuti davvero in pochissimi secondi.

Anche in questo il tool è attualmente in offerta al costo di una cena fuori.

Stencil

Stencil è un’altra alternativa molto valida a Canva.

Stencil ha molti meno template disponibili rispetto ai tool citati sopra, quindi questo potrebbe essere un problema se vuoi creare una grafica professionale e sofisticata.

Stencil offre un piano grauito in cui è possibile creare fino a 10 immagini al mese, mentre il piano a pagamento che include tutte le funzioni parte da $12 al mese.

Leggi anche: Tool consigliati per Social Media Manager

Conclusioni

Bene, abbiamo visto quali sono le migliori alternative a Canva.

Ho avuto modo di provare tutti i tool che ho consigliato qui sopra e credo che tra Crello e RelayThat sia una lotta alla pari (o quasi).

Sono venuto a conoscenza di RelayThat dopo aver provato Crello e sono rimasto davvero colpito.

Ma ho deciso comunque di restare con Crello.

Per quale motivo?

Probabilmente il motivo è anche per l’interfaccia molto simile a quella di Canva che ha permesso di muovermi tra le varie funzioni in modo molto semplice.

Inoltre ha tutto ciò di cui ho bisogno e i futuri aggiornamenti comprendono alcune funzionalità che lo renderanno sempre più completo.

Insomma, Crello e RelayThat sono le migliori alternative a Canva e non possono essere messe a confronto con le centinaia di app gratuite disponibili per lo smartphone. La qualità del risultato finale utilizzando uno di questi due tool si nota parecchio.

Se vuoi creare contenuti di qualità e cerchi dei tool semplici, intuitivi e che non ti mettano in difficoltà facendoti perdere tempo per delle stupidaggini, allora Crello o RelayThat fanno per te.

Quale tool tra questi utilizzerai? Fammelo sapere nei commenti qui sotto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui