Come creare una landing page

0

Spesso chi lavora con i social si ritrova col dover creare una landing page per fare lead generation o vendere i propri prodotti e servizi.

Ci sono numerosi software che permettono di creare una landing page in modo semplice e veloce senza il bisogno di conoscere i codici di programmazione.

In questo articolo vediamo, quindi, come creare una landing page nel modo più semplice possibile e quali sono i migliori software per farlo.

Come strutturare una landing page

Una landing page efficace deve avere una struttura ben fatta per poter ricevere il miglior tasso di conversione. Deve avere un obiettivo e includere informazioni ben dettagliate.

Ma vediamo come deve essere strutturata una landing page e quali informazione non possono mancare.

Una landing page efficace deve:

Avere un solo obiettivo e un target specifico

Una landing page efficace deve avere soltanto un obiettivo e deve essere per un target specifico di persone. Creare una landing page “generale” farà calare il tasso di conversione.

Se hai diversi obiettivi, allora creane più di una.

Esempio:

  • Landing page per lead generation
  • E-mail marketing dove introduci il tuo prodotto o servizio
  • Landing page per vendita (con link all’interno dell’email)

Come vedi una ha l’obiettivo di far iscrivere l’utente alla tua lista email per introdurre con l’email marketing il tuo prodotto o servizio.

L’altra ha come obiettivo soltanto ed esclusivamente la vendita.

Questo semplice funnel farà anche in modo di aumentare il tuo tasso di conversione.

Avere tutte le informazioni necessarie

Cerca sempre di inserire tutte le informazioni e dettagli possibili. Se pensi che un utente possa porsi una domanda leggendo le informazioni nella tua landing page, inserisci la risposta.

Più dettagli l’utente conosce meglio è.

Includere i benefici

Quali sono i benefici che l’utente otterrà una volta acquistato il tuo prodotto?

Dedica dello spazio per spiegare quali sono i benefici del tuo prodotto o servizio (le persone se lo chiederanno di sicuro).

Questa sezione andrà a “giustificare”, in un certo senso, la spesa da affrontare: piccola o grande che sia.

Avere frasi corte e dirette

Cerca di utilizzare frasi corte e di essere il più diretto possibile, andando a capo ogni due o tre righe.

Le persone tendono a non leggere frasi o paragrafi troppo lunghi e questo rovinerà sia l’esperienza utente che il tuo tasso di conversione.

Includere testimonianze e recensioni dei tuoi clienti

Se includi le testimonianze dei tuoi attuali clienti le persone che arriveranno sulla tua landing page leggeranno le recensioni positive (che devono essere reali ovviamente) e saranno più propense ad effettuare l’acquisto.

Un pò come accade su Amazon, no? Hai mai acquistato un prodotto con soltanto recensioni negative?

Le recensioni influenzano la decisione d’acquisto.

Non avere il menù di navigazione

Una landing page non deve avere un menù di navigazione come i classici siti o blog.

Motivo?

La landing page deve avere un solo obiettivo, ricordi? Se dai all’utente la possibilità di svolgere altre azioni all’interno della landing page, le possibilità che effettui l’azione che tu vuoi si abbassano notevolmente.

Offrire una garanzia

Le persone sono titubanti quando acquistano qualcosa online (e non solo). Dare loro quindi una garanzia “soddisfatti o rimborsati” o assicurare di non inviare spam, se l’obiettivo della tua landing page è fare lead generation, è molto importante.

Come creare landing page

Bene, ora che sai come strutturare una landing page vediamo come crearla.

Ci sono tantissimi tool che permettono di creare una landing page: io ti consiglierò i migliori in termini di semplicità e velocità di creazione.

Leadpages

Leadpages offre tantissimi template già pronti all’uso: tu dovrai soltanto inserire i tuoi contenuti e fare qualche piccolo cambiamento grafico per avere la tua landing page pronta in pochi minuti.

Inoltre puoi creare dei pop-up per fare lead generation e raccogliere gli indirizzi email dei tuoi potenziali clienti. Leadpages ti dà anche l’opportunità di creare un link personalizzato per i tuoi webinar e molto altro ancora.

Instapage

Instapage ha una marea di funzioni disponibili. È possibile anche fare A/B test e controllare le heatmaps per vedere come si comportano gli utenti sulla landing page. Fondamentale per l’ottimizzazione.

Inoltre puoi anche effettuare una prova di 14 giorni e decidere di rinnovare l’abbonamento in un secondo momento.

OptimizePress

OptimizePress si integra con WordPress. Per poterlo utilizzare, quindi, devi avere un blog e acquistare un hosting.

Ti consiglio ServerPlan (che utilizzo anche per questo blog) in quanto tra tutti quelli che ho provato è il migliore che offre un buon rapporto qualità/prezzo. Inoltre non ho mai avuto nessun tipo di problema e mi è capitato di scrivere all’assistenza soltanto una volta, e nel giro di 10 minuti avevano risolto tutto.

Anche con OptimizePress è possibile creare diversi tipi di landing page e sono presenti oltre 250 template diversi. Permette anche di creare diversi tipi di pagine checkout personalizzabili in modo che l’utente possa pagare in modo semplice e sicuro.

Inoltre è possibile creare pop-up e permette l’integrazione con i più importanti tool di e-mail marketing.

Leggi anche: Come fare email marketing: la guida completa

MailerLite

MailerLite è uno strumento utilizzato per l’e-mail marketing, ma non solo. Permette infatti anche di creare landing page e poter fare, quindi, entrambe le cose sulla stessa piattaforma.

Anche in questo caso sono disponibili diversi template da utilizzare e con l’utilizzo del drag & drop creare la propria landing page è davvero semplicissimo.

MailerLite ha anche un piano gratuito (con alcune limitazioni), ma i piani a pagamento partono da una cifra davvero irrisoria per ciò che offrono: circa €9 al mese.

Unbounce

Più di 100 template, drag & drop, integrazioni con centinaia di tool esterni e molto altro.

I prezzi di Unbounce sono un pò più alti rispetto ad altri builder, ma la qualità non è discutibile.

ConvertKit

ConvertKit è un tool davvero fantastico. Con ConvertKit è possibile creare sia landing page che fare e-mail marketing.

Ha diversi piani, tra cui uno gratuito che include: landing page e form illimitati senza limitazioni di traffico e dominio personalizzato.

I piani a pagamento, che partono da $29 al mese, includono: automazioni, integrazioni con tool esterni, supporto premium e tanto altro.

È davvero molto utile per svolgere il proprio lavoro e tenere tutto sotto controllo utilizzando un solo tool.

Conclusioni

Bene, abbiamo visto come creare una landing page e come strutturarla per poter ricevere il miglior tasso di conversione possibile.

Inoltre con i tool elencati in questo articolo è possibile creare una landing page davvero in pochi minuti.

Fammi sapere nei commenti a quale builder ti sei affidato per la creazione delle tue landing page. 😉

[Voti: 0   Media: 0/5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui