Facebook cambia idea sugli annunci pubblicitari su WhatsApp: l’alternativa è WhatsApp Pay

0

Si è parlato spesso di possibili annunci pubblicitari all’interno di WhatsApp, ma a quanto pare Facebook ha fatto un passo indietro.

Facebook ha acquistato WhatsApp per $19 miliardi nel 2014. Al tempo dell’acquisto WhatsApp aveva ancora dei piani di abbonamento che partivano da circa 1€ all’anno fino a circa €4 per 5 anni e grazie a questi abbonamenti generava circa $20 milioni annui.

Nel 2016 Facebook ha deciso di eliminare i piani d’abbonamento e far diventare WhatsApp gratuito per gli utenti, ma ora che l’app ha più di 1,5 miliardi di utenti, Facebook vorrebbe monetizzare per ripagarsi l’investimento.

Farlo però non è semplice, e il motivo è chiaro: la privacy.

WhatsApp ha inserito tempo fa la crittografia end-to-end per la privacy, e inserire annunci pubblicitari mirati nell’app andrebbe contro questa politica.

L’alternativa agli annunci pubblicitari resta quindi WhatsApp Pay.

Lo scorso anno Facebook ha acquistato Meesho, una piattaforma di e-commerce indiana che collega venditori e clienti proprio tramite WhatsApp.

Facebook ha intenzione quindi di monetizzare WhatsApp con WhatsApp Pay chiedendo una commissione sui pagamenti su e-commerce come Meesho: opzione che potrebbe espandersi presto al resto del mondo.

Tu cosa ne pensi? Preferiresti gli annunci pubblicitari all’interno di WhatsApp oppure un sistema di pagamento come WhatsApp Pay?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui